TERMICA

Vai a:

EFFICIENZA ENERGETICA

La tematica dell'efficienza energetica sta assumendo un'importanza sempre più crescente nel mondo dell'edilizia.
La riduzione del consumo di energia associato agli edifici, responsabili del 38% dei consumi complessivi, è uno dei principali obiettivi dell'Unione Europea.

Sia le normative nazionali sia quelle comunitarie definiscono dei requisiti prestazionali sempre più performanti: a partire dal 1° gennaio 2021 (2019 per gli edifici pubblici) i nuovi edifici e quelli sottoposti a ristrutturazioni significative dovranno essere ad “energia quasi zero” (nearly zero energy buildings).

I sistemi a secco consentono il raggiungimento di prestazioni termiche eccellenti con ingombri nettamente inferiori rispetto alle soluzioni tradizionali (l'isolamento termo-acustico è una parte integrante del sistema a secco). Essi rappresentano quindi una risposta concreta alla richiesta di prestazioni sempre più elevate.

NORMATIVA

Il contesto normativo nell'ambito del risparmio energetico degli edifici è in continua e rapida evoluzione: sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale n. 162 del 15/07/2015 tre Decreti Ministeriali che riscrivono il quadro legislativo in materia di efficienza energetica degli edifici rappresentato dal D.lgs 192/05 (attuazione della Direttiva Europea 2002/91/CE del 16 dicembre 2002) e successive modificazioni ed integrazioni (D.lgs 311/06, DPR 59/09).

Tali disposizioni introducono nuovi e più stringenti limiti di prestazione da rispettare per l'involucro edilizio.

La normativa individua in Italia 6 zone climatiche, in funzione delle quali sono fissati i valori limite di prestazione da rispettare per le differenti tipologie di componenti dell'involucro dell'edificio e per l'intero edificio.

Per le pareti  esterne con massa superficiale inferiore a 230 kg/m² il DPR 59/09 impone che il valore della trasmittanza termica periodica YIE sia inferiore a 0,12 W/m²K, salvo alcune eccezioni.

Infine per le strutture opache verticali e orizzontali di separazione tra edifici o unità immobiliari confinanti è imposta una trasmittanza limite di 0,80 W/m²K.

Utilizzo dei Sistemi a Secco

Mostra di più Mostra di meno RISTRUTTURAZIONI

Nell'ambito degli interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica degli edifici, i sistemi a secco trovano largo impiego per le loro caratteristiche di leggerezza, rapidità di esecuzione e adattabilità per il raggiungimento delle più svariate esigenze prestazionali.

Per interventi interni è possibile intervenire mediante la posa di pannelli accoppiati direttamente incollati al supporto o con la realizzazione di contropareti e controsoffitti provvisti di isolante.

In caso sia richiesto un intervento dall'esterno Siniat propone la realizzazione di contropareti e controsoffitti esterni o di sistemi di facciata ventilata.

Mostra di più Mostra di meno NUOVE COSTRUZIONI

Negli interventi di nuova costruzione i sistemi a secco mostrano appieno le loro potenzialità.
Grazie alle loro caratteristiche permettono infatti il raggiungimento di prestazioni eccellenti con ingombri nettamente inferiori rispetto alle soluzioni tradizionali.

Siniat dispone di innovativi sistemi testati e certificati per la realizzazione di pareti di tamponamento esterno interamente a secco per controsoffitti esterni ed interni nonché soluzioni specifiche per la separazione tra unità immobiliari.

BIBLIOTECA SINIAT

SIAMO A TUA DISPOSIZIONE

La Divisione Tecnica Siniat, altamente qualificata e specializzata, è a tua disposizione per rispondere a qualsiasi domanda tecnica, consigli sui dettagli di installazione e specifiche di sistema. Chiama il numero 02 42 41 51 oppure scrivi un’e-mail a siniat.italia@siniat.com.

BIBLIOTECA
Referenze

Visita la sezione con tutti i nostri progetti, un esempio per il tuo. Scopri quali sistemi sono stati utilizzati per ottenere le performance richieste in fase di progettazione nel rispetto per l’ambiente.

VAI ALLE REFERENZE